Immaginate di trovarvi di fronte un Pinocchio gigante, che parla con i bambini, risponde alle loro domande e, naturalmente, si vede crescere il naso quando gli scappa una delle sue proverbiali bugie. È l’esperienza che fino al 30 settembre si può vivere al Giardino delle cascate del Laghetto dell’Eur, a Roma, grazie a Pinocchio back to Wood (Pinocchio indietro nel bosco), spettacolare favola all’aperto, di This is Wonderland (attrazione che lo scorso anno con Alice nel paese delle meraviglie ha catturato mezzo milione di spettatori e vinto riconoscimenti internazionali). 

La fiaba si snoda con un percorso a isole dove i personaggi di legno si alternano gli animatori in carne e ossa per dar vita a mastro Geppetto, il Grillo parlante, Mangiafuoco, la Fata Turchina e via dicendo. Il tutto condito da una rilettura della vicenda in chiave moderna, e niente affatto scontata. Sì, perché la storia prende una svolta inaspettata grazie a un orologio che gira al contrario e consente di intraprendere un viaggio a ritroso in cui scoprire che dagli errori si può sempre imparare.

L’effetto scenico, grazie a un importante contributo dell’intelligenza artificiale, è assicurato. Meglio, però, andarci all’imbrunire per godersi tutti i giochi di luce che sono alla base di questa bellissima attrazione, organizzata da Lux Eventi in collaborazione col IX Municipio. E l’anno prossimo? Sarà la volta della favola di Aladino, con i quaranta ladroni da inseguire in quel bosco di luci e fantasia che nessuno, come la Città Eterna, è in grado di regalare.