(di Maria Grazia Di Mario) Sembra di vederlo lì, Lucio Battisti, seduto sulle scale della sua casa natale nel centro storico di Poggio Bustone, agli inizi della carriera, assorto a suonare con una Eko come amica. Che amasse questo tipo di strumento lo testimonia oggi Stelvio Lorenzetti, amministratore delegato di Eko, che ha pensato di donare ad Andrea Barbacane (nipote di Battisti) e Pino Bonomo (il direttore artistico del Museo Lucio Battisti) proprio una Eko di ultima generazione che ricorda quelle acquistate e utilizzate dal cantautore (riedizione aggiornata e più tecnologica della vecchia Ranger XII, perché non è più in produzione). 

Nella lettera di accompagnamento, Lorenzetti ricorda che la Eko è stata la prima chitarra utilizzata da Lucio negli anni ’60. “Il nostro marchio gli è rimasto nel cuore – spiega – anche dopo i suoi grandi successi. Lucio amava suonare soprattutto la Ranger XII – VR e venne molte volte in azienda a incontrare il fondatore Oliviero Pigini“. 

Alla chitarra Eko già esposta se ne aggiunge dunque ora una seconda arrivata da Montelupone (Recanati), un dono speciale che vuole essere anche benaugurante, un segno di amicizia e stima (si legge nella lettera di accompagnamento) in memoria del caro Lucio.

Il regalo arrivato a Poggio Bustone nei giorni scorsi ha sorpreso ed emozionato il direttore che lo ha subito esposto, riportando la dedica Ranger XII VR donata dalla Eko – Recanati giugno 2024.