Fino al 1° luglio è possibile iscriversi su: www.castelloerranteresidenza.it/call/ 

Riaperte le call per l’attesa VIII edizione di Castello Errante! Al via le selezioni per formare la troupe del format innovativo di produzione e promozione del cinema e dell’audiovisivo che, come ogni anno, vedrà giovani professionisti provenienti dall’Italia e dall’America Latina celebrare il cinema e la creatività in un affascinante borgo della Regione Lazio

L’obiettivo di Castello Errante si confermaquello di coniugare la ricerca e la formazione nel campo dell’audiovisivo, in un contesto diversificato, lontano dalle grandi città: un nuovo modello di produzione audiovisiva, che promuove gli scambi internazionali e le conseguenti ricadute economiche sui territori in cui opera. 

È possibile iscriversi e partecipare alle call dal link presente sul sito: www.castelloerranteresidenza.it/call

Castello Errante selezionerà una sceneggiatura per un cortometraggio di finzione e una troupe internazionale che avrà il compito di realizzarla durante la residenza, insieme ad altri progetti artistici.  La candidatura dovrà pervenire entro il termine del 1° Luglio 2024.

La troupe selezionata avrà inoltre l’opportunità di partecipare a diverse masterclass e workshop, con importanti cattedre internazionali del settore, mettendosi alla prova con nuovi formati e producendo contenuti e idee in grado di raccontare e documentare il luogo che la ospita.

Ad aprile in programma l’uscita del documentario diretto dalla regista Marina Fastoso, in cui le protagoniste e i protagonisti di Castello Errante si raccontano intimamente rispetto al significato profondo che il cinema assume nelle loro vite, al loro vagabondare seguendo le onde di un’arte mobile, incantata e scostante, che nutre la loro visione del mondo e i loro sogni. Nella residenza, che si è svolta nel Castello di Santa Severa, nella Regione Lazio, trovano uno spazio fertile in cui poter portare la propria individualità a confronto con altre culture e altre esperienze, così da vivere una commistione artistica e umana irripetibile. 

Al via anche la distribuzione di “Cosmo & Wanda”, il cortometraggio di finzione diretto da Jeissy Trompiz e scritto da Lorenzo Carapezzi, che racconta la storia di Anna, una psicologa intrappolata nella stanca routine di una coppia borghese, che decide di separarsi dal marito Umberto, un semiologo saccente che non intende lasciare alla moglie Cosmo e Wanda, i pesciolini rossi del loro acquario. Una riflessione sulle frustrazioni e il regresso dell’animo umano causati da una profonda incapacità di comunicare.