Attrice, conduttrice, scrittrice, Chiara Francini si è fatta apprezzare dal pubblico per la sua vena comica, l’autoironia e la capacità di improvvisare. Doti di cui ha dato prova al Festival di Sanremo di due anni fa, come “spalla” di Amadeus. È anche sull’onda di quel successo che la Tv di Stato le ha offerto lo one woman show Forte e Chiara – stesso titolo del romanzo che Francini ha pubblicato per Rizzoli nel 2023 e dello spettacolo che sta portando in tour – in onda il mercoledì, dal 10 aprile su Raiuno, per tre prime serate. 

«Sono emozionata e orgogliosa», spiega l’attrice toscana, «per l’opportunità che mi ha dato Raiuno, consentendomi di esprimermi, in diretta, in piena libertà». Per raccontare cosa esattamente? «La mia storia, quella di una ragazza di provincia e della sua vita straordinaria nella normalità, perché tutte le vite a un certo punto hanno un che di straordinario. Si va dal primo bacio all’ultima delusione, passando per un’adolescenza trascorsa tra la sensazione di sentirsi sbagliate e la speranza di felicità». Quindi solo Chiara e basta? «Certo che no, riceverò tantissimi ospiti di rilievo dello spettacolo italiano, senza dimenticare musica e coreografie». Eppure una presenza maschile, molto graffiante, in questo show al femminile c’è: «Ebbene sì, è il mio adorato Rollone, il micione dal quale non mi separo mai». Parola d’ordine dello spettacolo? «Sincerità, visto che io non ho filtri, per cui preparatevi alle sorprese perché a Forte e Chiara può succedere davvero di tutto, ma solo per divertirsi insieme».