Wanted Cinema distribuisce nelle sale italiane la commedia canadese La natura dell’amore,diretta da Monia Chokri, già attrice musa di Xavier Dolan, qui al suo terzo film da regista dopo A Brother’s love (Un Certain Regard Coup de Cœur a Cannes 2019) e Babysitter (Official Selection Sundance Film Festival 2022). L’amore è l’assoluto protagonista della pellicola, che è arrivata al cinema dal 14 febbraio, in occasione di San Valentino.

Per la promozione del film, la distribuzione italiana ha stretto una collaborazione con Tinder. Così come la protagonista del film si innamora inaspettatamente di una persona che, sulla carta, è il suo opposto, così Tinder è uno dei modi più efficaci al giorno d’oggi per aprirsi a nuovi orizzonti e aumentare le possibilità di trovare persone che riescono ad essere un vero match, andando fuori da schemi prefissati e facendo vivere emozioni forti e, in alcuni casi, di trovare l’amore della nostra vita. Da queste basi comuni tra film e piattaforma, nasce la collaborazione con Tinder.

Presentato all’ultimo Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard, La natura dell’amore vede protagonista la quarantenne Sophia (Magalie Lépine-Blondeau), che insegna filosofia all’università di Montreal, dove da dieci anni vive una relazione monotona e ormai spenta con Xavier (Francis-William Rhéaume), anch’egli insegnante. La vita della donna cambia improvvisamente quando s’imbatte in Sylvain (Pierre-Yves Cardinal), il falegname incaricato di ristrutturare la sua casa di campagna. La differenza sociale tra i due non impedisce alla passione di scoppiare. 

Lo sguardo della regista canadese è concentrato su Sophia, che mette in discussione i suoi valori, che esplora una nuova forma di amore, intrisa di desidero erotico e romanticismo, ma filtrandolo con la sua formazione accademica attraverso le massime di filosofi che hanno indagato il sentimento amoroso. Le profonde diversità di retroterra culturali e familiari dei due amanti creano i presupposti per numerose scene esilaranti in cui ciascuno dei due si cala nel mondo dell’altro con comico spaesamento.

Pur nella leggerezza di tono, la riflessione che La natura dell’amore offre allo spettatore è profonda. «Penso che due individui possano amarsi a prescindere dalle loro differenze», dichiara la Chokri . «È sicuramente una grande sfida. Serve determinazione. La scelta di amare, come direbbe Bell Hooks (Tutto sull’amore, fra i testi di riferimento della regista, ndr), è una scelta di connessione, di trovare se stessi nell’altro».

LA NATURA DELL’AMORE

Regia: Monia Chokri

Cast: Magalie Lépine-Blondeau, Pierre-Yves Cardinal, Francis-William Rhéaume, Monia Chokri