Carino, brillante, simpatico, ma non esattamente lo stereotipo dello sciupafemmine. Eppure è questo il ruolo che si ritrova a sostenere Saverio Lamanna, il giornalista detective – interpretato da Claudio Gioè – protagonista di Màkari, nella terza stagione della serie di Raiuno

Ambientata nell’omonima località marina della Sicilia occidentale, la fiction – in onda per quattro serate domenicali a partire dal 18 febbraio – vede il il giornalista trasformarsi nell’oggetto del desiderio di svariate pulzelle, del presente e del passato. A cominciare dal primo episodio, Il fatto viene dopo, in cui è coinvolto suo malgrado nella faida tra due sue ex fidanzate, Antonia (Enrica Pintore, con lui nella foto) e Serena (Roberta Procida). Come se non bastasse, per quanto innamorato della compagna Suleima (Ester Pantano), Saverio non potrà fare a meno di provare una certa chimica per la professoressa Michela Pacino (la new entry Serena Iansiti), grande ammiratrice del suo talento di scrittore… e non solo. A sua volta Suleima, ingelosita, non starà a guardare, anzi approfitterà dell’arrivo di una sua ex fiamma, l’artista bohémien Giulio Battistini (Eugenio Franceschini) per far ingelosire il compagno. 

In attesa di sapere chi tra loro la spunterà, godiamoci i vari casi da risolvere di questo bel poliziesco venato di ironia e commedia, che vede confermati, tra gli interpreti principali, il simpatico factotum Peppe Piccionello (Domenico Centamore) e la ristoratrice Marilù (Antonella Attili).