Il fascino senza tempo della Sicilia prende vita sul grande schermo con Sicilian Holiday: un sogno fatto in Sicilia, la commedia romantica diretta da Michela Scolari e interpretata da Claudia Gerini, Ivo Romagnoli, Lilly Englert, Fuschia Kate Sumner, Francesco Leone e Linda Zampaglione (figlia di Claudia).

La pellicola è arrivata in anteprima a Romamercoledì 24 gennaio alla presenza del cast e di un parterre d’eccezione, promettendo di trasportare il pubblico in un viaggio emozionante fatto di bellezza e passione attraverso i paesaggi mozzafiato e i colori caldi di una Sicilia ricca di valori positivi. Un’esperienza a 360° che ha preso il via nel foyer del cinema Barberini, impreziosito dall’installazione artistica “Mascherati” e da “Teste di Moro” by Enigma Atelier, ed è continuata con l’aperitivo di benvenuto firmato da Pietro Di Noto, il maestro gelatiere che con la sua granita al limone e pistacchio all’acqua di mare, tra arancini, pani con panelle, cannoli, cassate, ha deliziato il palato di tutti i presenti: la scrittrice e regista Michela Scolari, l’attore e produttore Ivo Romagnoli, Claudia Gerini, Marcia Sedoc, Nicoleta Nuca. E ancora, Nunzio Bertolami, Angelica Orobello, l’art director Massimo Leotta e Gianluca Alibrando, designer siciliano dal talento straordinario, le cui collezioni costituisco pezzi d’arte di rara bellezza che hanno sfilato sui maggiori red carpet mondiali e hanno vestito le attrici del film. Ad applaudire tra le prime file anche Enrico Lucherini, Luce Cardinale, Enio Drovandi, Enzo Zelocchi, Alberto Tarallo, Yasmin Pucci, Nadia Bengala, Serena Tumbarello e Francesca Piggianelli, che ha coordinato l’evento.

Girato a Sciacca, in provincia di Agrigento, e prodotto da FilmIn’ Tuscany in co-produzione con Adam Leipzig (premio Oscar per L’attimo fuggente e La marcia dei pinguini), Rai Cinema, Tramp Limited, il premio Emmy David Zuckerman e con il supporto della Sicilia Film Commission, Sicilian Holiday: un sogno fatto in Sicilia è una commedia romantica nello stile di Io ballo da sola e Sabrina. Acquistata dalla società di produzione di Richard Rionda Del Castro, sarà presentata alla Berlinale 2024.  

Il film racconta una storia d’amore appassionante tra i personaggi e la Sicilia. Mia, una giovane attrice dal passato tormentato, s’innamora di Nino, uno scultore di Sciacca, ricco solo del suo talento e dei valori delle tradizioni secolari del suo paese. Protetta dal senso di comunità del piccolo borgo siciliano, dalla bellezza dei luoghi e della gente, Mia subisce una trasformazione che la cambierà per sempre e che sarà messa in crisi dall’arrivo di un altro personaggio, Phil, che la riconnetterà con il suo passato.

«Un sogno fatto in Sicilia è stato definito una commedia romantica haute-couture», ha spiegato la regista Michela Scolari. «Ho iniziato a scrivere questo film tanto tempo fa, quando, durante i miei anni newyorkesi, i racconti sull’istrionica Sicilia di Pirandello, Sciascia, Quasimodo e Verga, mi si accusava di descrivere un ideale utopistico e non la ‘vera’ Sicilia, che gli americani associano, invece, alla mafia, al mito del Godfather. Con questo film ho decisamente voluto uscire da questo “format di narrazione di mafia”, l’ho voluto distruggere in mille pezzi per tornare a dipingere la Sicilia “dei colori del vero” come diceva Verga. Perché storicamente la Sicilia è sempre stata terra d’accoglienza di culture e religioni diverse, “Una terra dal potere salvifico”, come scriveva Goethe». 

Ivo Romagnoli, attore e produttore, ha aggiunto che: «Sicilian Holiday: un sogno fatto in Sicilia è un film leggero ma molto profondo, una fiaba dei giorni nostri. Il pubblico vedrà una Sicilia lontana dagli stereotipi che dopo il Padrino l’hanno sempre caratterizzata e troppo segnata. Un racconto della Sicilia che ne esalta usi, costumi e tradizioni…».