Continua il progetto dell’Associazione Nazionale Autori Cinematografici a tre registi indipendenti recentemente scomparsi

Dopo il successo del primo appuntamento al cinema Farnese prosegue il ciclo di proiezioni e incontri organizzato dall’ANAC nel quadro del progetto ANAC 360°, dedicato a tre autori recentemente scomparsi, che hanno rappresentato un cinema libero e indipendente.  

Mercoledì 29 novembre alle ore 21.00 al cinema Farnese di Roma viene proiettato Senza pelle, film del 1994 di Alessandro D’Alatri, interpretato da Kim Rossi Stuart, Anna Galiena e Massimo Ghini.

Saverio, affetto da disturbi psichici, s’innamora di Gina, una donna sposata con un figlio di quattro anni. Entra nella sua vita sconvolgendo gli equilibri della famiglia. La psicologa descrive Saverio come un uomo ‘senza pelle’, un individuo vulnerabile, privo di corazze o barriere.
È la trama di Senza pelle, un film sulla fragilità umana, che fu salutato da un successo di pubblico e di critica.

A ricordare Alessandro D’Alatri e il suo lavoro, colleghi e amici, tra cui lo psicologo Giorgio Fugazza, che ha collaborato allo sviluppo della sceneggiatura di Senza pelle.

Chiude il ciclo ANAC 360°, lunedì 4 dicembre alle ore 21.00, Bell’epokèr, pellicola firmata da Nico Cirasola, un ritratto della Belle Époque barese del Novecento con Dino Abbrescia, Totò Onnis e Sabrina Colle.