Fra i premiati Nicola Piovani, Silvia Nair,  Filippo Gobbato e Tommaso Ferrara, Antonio Bigini

Dopo l’assegnazione del Romeo&Juliet Testimoni del Tempo a Nicola Piovani in occasione del suo concerto al Teatro Salieri dello scorso 26 ottobre, la giornata finale del Legnago Film Festival ha ospitato la tradizionale premiazione del Romeo&Juliet Green Planet Movie Award, il Premio che il progetto Verona Green Movie Land assegna al cinema e ai suoi protagonisti in linea con i valori della sostenibilità e del sociale, ma anche al grande potere di comunicazione dei valori del cinema. In questo contesto, centrali i due premi alla musica: a Nicola Piovani per il potere comunicativo della sua musica che lo rende, appunto, un Testimone di questo tempo. Ma anche a Silvia Nair, Premio Colonne Sonore, per la qualità e per l’originalità della scrittura musicale delle sue colonne sonore: finalmente una brillante testimonianza al femminile nel mondo della produzione cinematografica e audiovisiva”.

Il Premio Cinema per il Sociale è andato invece a Fuori luogo di Filippo Gobbato e Tommaso Ferrara, un docufilm distribuito da Emerafilm “per aver saputo raccontare le vite al margine di alcuni ospiti di un Centro di Salute Mentale restituendo loro una fotografia autentica ed una prospettiva di diversa normalità”. Il Premio come Opera Cinematografica Sostenibile è andato invece a Le proprietà dei metalli di Antonio Bigini “per l’impegno nelle pratiche di produzione cinematografiche sostenibili e nella divulgazione dei valori ecologici e ambientali con il film Le proprietà dei metalli, che ha ottenuto la certificazione di ecosostenibilità”.
La cerimonia di chiusura andata in scena sabato 28 ottobre al Teatro Salieri di Legnago ha di fatto concluso l’edizione 2023 delle rassegne targate VGML  diffuse su tutto il territorio veronese. Un percorso, nel segno del cinema e della sostenibilità, iniziato nel maggio di quest’anno e che ha toccato Verona dal centro storico al lago di Garda, dalle montagne della Lessinia alla Valpolicella, fino al borgo dei borghi, Soave.
A consegnare le menzioni sul palco Renato Cremonesi, presidente di Planet 2050 e ideatore di VGML; Alessandro Anderloni, direttore Artistico del Legnago Film Festival; Graziano Lorenzetti, sindaco di Legnago; Federico Melotto, presidente della Fondazione Culturale Antonio Salieri e Marco Vinco, direttore artistico del Teatro Salieri.