L’annuncio della cinquina finale è previsto per il 23 gennaio

Se Io Capitanosarà o no nella cinquina finale degli Oscar per il miglior film internazionale lo sapremo il 23 gennaio del prossimo anno. Prima, però, dovrà entrare nella shortlist dei quindici migliori titoli selezionati dall’Academy e che sarà resa nota il 21 dicembre. Intanto, Matteo Garrone si gode questa designazione in rappresentanza dell’Italia nella corsa alla prestigiosa statuetta. «Siamo orgogliosi di poter rappresentare l’Italia agli Academy Awards e ci auguriamo che il viaggio di Seydou possa toccare il cuore anche del pubblico americano», ha dichiarato. La pellicola, vincitrice a Venezia del Leone d’argento per la regia e del Premio Mastroianni per l’attore emergente a Seydou Sarr, ha superato la concorrenza di altri 11 titoli indicati per la selezione. Al di là dei premi già conquistati e di eventuali altri riconoscimenti, il più grande successo di Io Capitano sarà nel riscontro del pubblico. 

Il film racconta il viaggio avventuroso dei giovanissimi Seydou e Moussa, che lasciano Dakar, la capitale del Senegal, per l’Europa. La loro sarà un’Odissea contemporanea attraverso mari, deserti e la terribile esperienza dei centri di detenzione in Libia. Il film ha una straordinaria potenza espressiva mentre racconta – da un punto di vista per noi inedito, quello di chi affronta la traversata senza fine e senza certezze, verso la speranza di un mondo migliore – un viaggio verso il sogno che si trasforma in dramma. Il racconto nella lingua originale dei protagonisti, il wolof alternato al francese e all’inglese, restituisce verità alla narrazione. Travolgendoci con continue emozioni, Io Capitano coinvolge e fa riflettere, e ci conduce per mano in un mondo mai raccontato così a distanza ravvicinata.