La rassegna della canzone d’autore, nella quale il nostro direttore Renato Marengo è tra i giurati, era dedicata a Enzo Jannacci – “Vengo anch’io!”

Si è conclusa sabato 21 ottobre 2023 con un sold-out la 46esima edizione della Rassegna della Canzone d’autore (Premio Tenco), che si è svoltadal 19 ottobre al Teatro Ariston e nelle più belle location di Sanremo, dopo l’anteprima di mercoledì 18 ottobre.

Una serata speciale, iniziata con il saluto commosso all’amico e presidente del Club Tenco, Sergio Staino, scomparso nella mattinata: “Apriamo la terza e ultima serata della Rassegna della Canzone d’Autore con un omaggio a Sergio Staino, autore di Bobo e presidente del Club Tenco. Pochi giorni fa Sergio ha sussurrato una frase ad Adriano Sofri che lo stava accarezzando sulla testa per consolarlo: “Sono il raccattapalle del mio destino”. Michele, il figlio di Sergio, ha preso questa frase è l’ha messa in bocca a Bobo. Questa è l’ultima vignetta di Sergio Staino (proiettata ieri a teatro). “Una vignetta che è un compendio della vita di Bobo e insieme dello stato del mondo” ha commentato il nostro amico Adriano Sofri”.

Quest’anno il titolo della rassegna era “Vengo anch’io!”, con la dedica a Enzo Jannacci, nel decennale della sua scomparsa. 

Come da tradizione, tanti sono stati gli appuntamenti, gli spettacoli e le presentazioni per una full immersion nella canzone d’autore in alcuni dei luoghi più belli della città: la sede del Club Tenco all’ex stazione (dove c’è anche l’archivio storico che a breve sarà digitale e sarà a disposizione dei visitatori), l’ex chiesa Santa Brigida e il Teatro Ariston. 

Sul palco dell’Ariston si sono avvicendati i vincitori dei Premi Tenco 2023: Carmen Consoli, Eugenio Finardi, Ron e il Premio Tenco Internazionale Tom Zé. Così come i vincitori delle Targhe Tenco 2023: Alice (Miglior Interprete con “Eri con me” ad ex aequo con Francesco Guccini e il suo “Canzoni da intorto”), gli Almamegretta (Miglior Album in dialetto con “Senghe”), Vinicio Capossela (Miglior album dell’anno con “Tredici canzoni urgenti”), accompagnato nel brano “La cattiva educazione” da Margherita Vicario, Niccolò Fabi (Miglior canzone con “Andare oltre”),  Daniela Pes (Miglior Opera prima con “Spira”) e il produttore Marco Rovelli che ha ritirato la targa Miglior album a progetto per “Nella notte ci guidano le stelle. Canti per la Resistenza”. Renzo Arbore Premio Tenco Operatore Culturale, impossibilitato a esserci fisicamente ha inviato un video di ringraziamenti. Inoltre, Angelo Branduardi ha ritirato il Premio Tenco 2022. 

PREMIO SIAE Novità assoluta di quest’anno è stato il Premio SIAE, un riconoscimento conferito dalla Società Italiana degli Autori ed Editori, per l’occasione, ad Enzo Jannacci. Al figlio Paolo è stato donato il primo brano depositato in SIAE dal cantautore.

Queste le parole del Presidente SIAE, Salvatore Nastasi: SIAE da sempre protegge e valorizza il Diritto d’Autore e non poteva quindi che essere al fianco della più importante e prestigiosa manifestazione dedicata alla canzone d’autore italiana, che negli anni ha premiato alcuni tra i maggiori cantautori nazionali e internazionali. Il Premio Tenco ha permesso a tanti giovani autori di qualità di avere un palco ed un microfono per farsi conoscere ad un pubblico competente e appassionato e SIAE ha scelto di supportarlo, proprio nell’ottica di aiutare i giovani artisti di oggi a muovere i primi passi verso il successo di domani”.

MASTERCLASS E ANTEPRIMA– Ad anticipare la Rassegna, mercoledì 18 ottobre, è stata una masterclass per le scuole al Teatro Ariston, in continuità con le attività che il Club svolge durante tutto l’anno con e per gli studenti. Dopo le scorse edizioni che hanno avuto approfondimenti su Fabrizio De André e Giorgio Gaber, quest’anno il focus è stato, appunto, su Enzo Jannacci. Per raccontare il cantautore milanese sono intervenuti: il cantautore e musicista, nonché figlio di Enzo, Paolo Jannacci,il sassofonista Paolo Tomelleri, il regista Giorgio Verdelli,autore del recente film “Enzo Jannacci Vengo anch’io” e il giornalista Enzo Gentile. Nella sede del Club c’è stata, invece, la proiezione del filmLa nuova scuola genovese” di Claudio Cabona, Yuri Dellacasa e Paolo Fossati mentre all’ ex chiesa Santa Brigida,il concerto di Federico Sirianni. A chiudere la giornata al Teatro del Casinò è stato il concerto di Olden che ha cantato le grandi canzoni d’autore con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo.

SCENOGRAFIA – La scenografia delle serate del Teatro Ariston è stata affidata all’artista Xu Deqi, considerato il caposcuola del nuovo filone dell’arte cinese contemporanea, definita POP Ludico, che segue al Pop Cinico degli anni Ottanta. Un artista noto a livello internazionale con opere esposte nei più importanti musei del mondo, tra cui il Centre Pompidou di Parigi, il Barbican Museum di Londra e il Coral Spring Museum in Florida. L’opera realizzata per il Premio Tenco ha raccontato la condizione femminile nel mondo attraverso l’immagine di una giovane donna cinese, circondata da minacciosi lupi neri che l’assediano. 

PREMIO YORUM – Il pianista siriano-palestinese Aeham Ahmad ha ritirato il Premio Yorum 2023 e ha portato la sua musica sul palco del Teatro Ariston. Istituito nel 2020 dal Club Tenco, in collaborazione con Amnesty International Italia, il Premio Yorum intende dare visibilità agli artisti che, spesso mettendo a rischio la loro stessa vita, lottano per la libertà e i diritti umani in tutto il mondo. 

Si sono esibiti, inoltre, al Teatro Ariston, i cantautori Armando Corsi, Paolo Capodacqua, Patrizia Cirulli, Flavio Giurato e Federico Sirianni.

Sul palco anche Leti Dafne, selezionata tra i partecipanti de Il Tenco Ascolta (la serie di live organizzati dal Club Tenco in giro per l’Italia, durante i quali vengono invitati ad esibirsi i cantautori ritenuti più interessanti tra gli emergenti o già presenti sulla scena italiana).

A condurre le tre serate sono stati, lo storico presentatore Antonio Silva e l’attore Paolo Hendel

EVENTI DURANTE TUTTO IL GIORNO– Alle ore 12 di ogni giorno le conferenze stampa degli artisti hanno sancito l’inizio delle giornate musicali. Tra gli appuntamenti pomeridiani all’ex chiesa Santa Brigida, in collaborazione con Pigna Mon Amour, ci sono stati i concerti di Paolo Capodacqua, Armando Corsi e Patrizia Cirulli con lo spettacolo in “Fantasia – Le poesie di Eduardo De Filippo” mentre nella sede del Club, c’è stato spazio per le presentazioni dei libri dei giornalisti Enzo Gentile (“Enzo Jannacci. Ecco tutto qui” – Hoepli), Felice Liperi(“Faccette nere – Inni e canzoni all’origine del razzismo italiano” – Manifestolibri) e Michele Neri (“Cantautori e cantautrici del nuovo millennio. Dizionario” – Iacobelli Editore).

Immancabile la proiezione del film “Enzo Jannacci Vengo anch’io di Giorgio Verdelli alla presenza dell’autore. Nel programma anche la tavola rotonda dal titolo “L’inflazione della musica – Lo sviluppo delle piattaforme digitali e l’accrescimento esponenziale dei cantautori italiani. 

Sull’importanza della manifestazione è intervenuto nei giorni scorsi anche il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri: “Se Sanremo è considerata “Città della Musica” lo deve anche al “Tenco”, straordinaria e inimitabile espressione di questa vocazione che spazia tra generi ed eventi diversi fra loro ma uniti dalle passioni e dalle emozioni che soltanto il mondo delle sette note sa regalare. Il Comune, da sempre, sostiene con impegno e convinzione la Rassegna della canzone d’autore, nella certezza della sua unicità che arricchisce notevolmente il programma delle manifestazioni. Ed è importante per la città la formula che prevede appuntamenti, spettacoli e presentazioni in varie location, compreso il nostro suggestivo centro storico, per una full immersion nell’arco di quattro giorni e nel segno della Canzone d’Autore”.

La Rassegna della Canzone d’Autore (Premio Tenco 2023) è stata organizzata dal Club Tenco in partnership con SIAE e Rockol, con il contributo del Comune di Sanremo, Regione Liguria, Teatro Ariston, Royal Hotel, Gioielleria Abate, B&B Flower, Orchestra Sinfonica Sanremo, Sanremo On, Pigna Mon Amour, Biesse, al Teatro Ariston e nelle più suggestive location di Sanremo dal 19 al 21 ottobre. 

In occasione della tre giorni del Premio Tenco 2023 è stato presentato un progetto di rilancio del Museo Tenco a Ricaldone, città dove riposa l’artista. L’azione è stata presentata durante l’iniziativa di promozione turistica e enogastronomica del territorio del Monferrato che ha previsto l’accoglienza dei cantanti, musicisti, giornalisti, opinion leader ed ospiti, alla cena ufficiale e alle serate del festival con degustazione dei prodotti tipici legati alla provincia alessandrina. Partner principali di questa promozione territoriale sono stati: l’Associazione Museo Tenco di Ricaldone, la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, il circuito turistico della Fondazione Slala e il Consorzio Gran Monferrato, Derthona, Gavi e Quarto Piemonte.

PROSSIMAMENTE LO SPECIALE TV – La Rassegna della canzone d’autore (Premio Tenco) sarà anche in tv. Come da qualche anno ci sarà uno speciale su Rai1, prodotto da Massimo Bonelli di iCompany, che andrà in onda nei prossimi mesi e sarà dedicata a Sergio Staino. Ci saranno inoltre alcuni speciali su Rainews con i vincitori delle Targhe e dei Premi Tenco 2023.