Torna il cinema romeno nella splendida cornice di Casa del Cinema a Roma. Tra il 7 e 9 luglio, con ingresso gratuito, film di altissimo profilo e incontri con protagonisti e registi del cinema romeno.

In questi ultimi anni, attorno al cinema romeno si è sviluppato un grande interesse che in parte ha cercato di superare i luoghi comuni. La cosiddetta “Nuova ondata” del cinema romeno ha prodotto e sta producendo film di grande qualità narrativa e poetica, incentrati su problemi sociali, storie di solitudine, sulla tradizione e sfera spirituale del popolo romeno, su fatti legati alla micro-scala umana e ai drammi personali capaci di destare la coscienza nel cuore delle persone e la massima curiosità nonché captare il senso profondo della vita partendo dalla percezione e dall’analisi del quotidiano.

L’edizione di quest’anno propone 5 proiezioni, in romeno con sottotitoli in italiano. Si parte con una cerimonia di apertura che avrà luogo venerdì, 7 luglio, ore 18:30, con gli interventi di Sua Eccelenza Gabriela Dancău, Ambasciatore di Romania presso la Repubblica Italiana, Malta e San Marino, del Presidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati, Onorevole Federico Mollicone e del Dott. Bogdan Ficeac, Direttore Generale dell’Associazione Dacin Sara di Bucarest. Seguiterà una conferenza tenuta dal critico e storico cinematografico Manuela Cernat, dal titoloStelle italiane sugli schermi romeni e stelle romene sugli schermi italiani.

Il grande schermo si illuminerà dalle ore 19:00 con la proiezione del primo film in programma, Luca, la terza pellicola del famoso attore e regista Horațiu Mălăele (Romania 2021) seguita da una sessione Q&A con il regista romeno. A proposito del film, Mălăele dichiara: Fortunatamente, nel film “Luca”, abbiamo avuto attori estremamente talentuosi e versatili, che hanno elaborato e integrato rapidamente le indicazioni, mentre le improvvisazioni sono state spesso represse dalla fretta con cui siamo stati costretti a realizzare il film.

Le Giornate del Cinema Romeno 2023 proseguono sabato, 8 luglio, ore 17:00 con un dramma, Miracolo, presentato nel 2021 nella sezione Orizzonti della Mostra di Venezia, con la regia di Bogdan Apetri. Il film di Apetri, un regista al terzo lungometraggio, è una metafora sulla condizione della Romania contemporanea, terra di forti trasformazioni, divisa fra la tradizione e modernità, con un profondo legame con la sfera religiosa.

La serata dei film romeni non finisce qui, poiché segue dalle 18:45 la proiezione del film La Scala di Vlad Păunescu (Romania 2021), ispirato a fatti ed eventi realmente accaduti, seguita da una sessione Q&A con il regista romeno. La pellicola propone il viaggio spirituale di Andrei, un giovane sensibile e socialmente disadattato che, alla ricerca della formula della felicità, decide di diventare attore.

Per chi è appassionato da non potersi accontentare di un solo film, l’evento dedicato alle Giornate del Cinema Romeno a Roma propone gli ultimi due film in programma, in proiezione domenica alle ore 17:00 e 19:15. Si tratta della pellicola di Octav Chelaru, Il Drago (Romania 2022), e di quella di Corneliu Porumboiu, La Gomera (Romania 2019).

Ovtav Chelaru, un promettente regista romeno, ci racconta la storia di Ecaterina, ispirata a fatti realmente accaduti, la quale, nel tentativo di tenere sotto controllo il suo amante più giovane e di proteggere la sua famiglia, finisce per perdere il controllo su sé stessa lungo il percorso.

Corneliu Porumboiu, invece, con il suo noir, ci porta nel fantastico mondo del silbo gomero, una lingua antica, sconosciuta basata su diversi tipi di fischi, parlata dalla popolazione dei Guanci nelle Isole Canarie.

 Volevo mostrare come in una società sempre più tenuta sotto controllo, in cui ognuno è costretto nel proprio ruolo, una forma di comunicazione ancestrale può rappresentare una via di fuga; fuga dal controllo e dalle relazioni di potere che determinano le azioni di ciascun personaggio, dichiara il regista Corneliu Porumboiu in un’intervista per cameralook.it.

Organizzatori: Ambasciata di Romania nella Repubblica Italiana, Associazione Dacin Sara di Bucarest, Centro Nazionale della Cinematografia di Bucarest, Accademia di Romania in Roma, ProEvent – Roma

Con il patrocinio di: Assessorato alla Cultura di Roma Capitale

In partenariato con: Casa del Cinema – Roma, Biblioteca Europea – Roma, Digital World Printing – Roma

Media Partner: AskaNews, AGERPRES, CineMaraton, Radio Sapienza, Radio Romania Attualità, Radio Romania Culturale, Radio Romania Internazionale, CineCorriere, Film4life, Giornale Diplomatico, Romeing, Abitare a Roma e RoZoom Press