Dopo gli innumerevoli premi e riconoscimenti cinematografici internazionali, CODA – I segni del cuore conquista anche tre premi Oscar: al Miglior Film, alla Miglior Sceneggiatura non originale, a Troy Kotsur quale Miglior Attore non Protagonista. Diretto da Sian Heder, il film arriva al cinema da giovedì 31 marzo distribuito da Eagle Pictures.

Remake del pluripremiato film francese La famiglia Belier, questo rifacimento emozionante è interpretato da Emilia Jonese vede nel cast attori sordi e udenti, tra cui il premio Oscar Marlee Matlin (Figli di un dio minore) e il neo premiato Troy Kotsur che ha dedicato il premio alla Comunità C.O.D.A (Children of Deaf Adults), alla Comunità Sorda e a tutte le persone con disabilità: «Questo è il nostro momento», ha detto, concludendo un discorso particolarmente toccante.

In CODA – I segni del cuore, acronimo di Child of Deaf Adults (bambino in una famiglia di non udenti), la giovane protagonista Ruby è l’unica persona udente nella sua famiglia. Prima di entrare a scuola, nelle prime ore del mattino, la diciasettenne lavora sulla barca di famiglia per aiutare suo fratello e i suoi genitori nell’attività di pesca sulla costa del Massachusetts. Da quando è entrata nel coro della scuola, Ruby ha scoperto di avere una grande passione per il canto. Il suo maestro Bernardo crede ci sia qualcosa di speciale in lei e la spinge a considerare una prestigiosa scuola di musica per il suo futuro. Ruby si trova così di fronte a un bivio: abbandonare i suoi adorati genitori per seguire il suo più grande sogno o continuare ad aiutare la sua famiglia?