(di Antonella Putignano) Come si fa a rifiutare l’invito a collaborare ad un disco se a chiamare è Ozzy Osbourne? A questa domanda può rispondere solo il fenomenale