Venezia 79, premiati i nuovi talenti con il Next Generation Award

Nella cornice della Campari Lounge alla 79° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia MI HUB AGENCY ha presentato la seconda edizione dei NEXT GENERATION AWARDS powered by MANINTOWN, un progetto che sottolinea il costante impegno del magazine, che da anni lavora sullo scouting di nuovi talenti nel mondo del cinema e della creatività.

Hanno partecipato alla premiazione: Federico Poletti, editor in chief di MANINTOW, Davide Musto, fotografo e head of scouting del magazine, Federico Pozzi Chiesa, General Manager MI HUB AGENCY, Massimo Pozzi Chiesa, General Manager MI HUB AGENCY, Jacopo Ascari, illustratore che ha creato gli artwork dei 4 vincitori e Ludovica Francesconi, attrice premiata alla scorsa edizione.

Il premio come Miglior Attore rivelazione è andato a Nicolas Maupas, mentre come Miglior Attrice è stata scelta Carolina Sala, premio consegnato dalla stessa Francesconi. Un doppio premio speciale a Matteo Oscar Giuggioli e Amanda Campana, che saranno entrambi protagonisti di Suspicious Guys.

MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA GIORNATA DEL 08-09-22

NICOLAS MAUPAS: “Essere qui è un onore, è una gioia, un sogno che si avvera. Venezia è un viaggio senza fine verso i miei più alti desideri, e camminare sul tappeto rosso che ha accolto i più grandi artisti del nostro cinema  mi riempie di energia e di speranza. Gratitudine e felicità mi ricoprono. L’impegno e la dedizione che questo lavoro richiede sono una continua spinta, un potente carburante e sono davvero felice che oggi mi abbiano portato qui. Continuerò sempre a sognare Venezia, così come continuerò a inseguire i miei sogni e il mio cinema”.

CAROLINA SALA: “Il mio lavoro negli ultimi anni mi ha dato soddisfazioni e mi ha portato lontano ma la possibilità di essere qui è un regalo di cui sono profondamente grata: Venezia per me è casa e il festival è sempre stato il sogno che sfioravo con lo sguardo fin da bambina”.

MATTEO OSCAR GIUGGIOLI: “Il mio primo Festival… è anche la mia prima vera volta a Venezia. Avevo scommesso che la prima volta sarebbe stata quella del Festival. Fino a ieri sera era una cosa che tenevo lì, da guardare ogni tanto. Sono uno di quelli venuti dalle chiacchiere sul balcone col nonno e tutti i sogni addosso. Ci vedremo presto con Billy di Emilia Mazzacurati, l’opera prima di ragazza incantevole che mi ha fatto capire che non siamo soli al mondo. Poi questo inverno con Suspicious Mind di Emiliano Corapi e con My Soul Summer di Fabio Mollo”.

AMANDA CAMPANA: “Sono davvero onorata e felice di questo riconoscimento da parte di MANINTOWN, e ancora di più di poterlo ricevere alla mostra del cinema di Venezia. Mio nonno mi chiedeva da un po’ quando ci sarei andata e vederlo commosso e pieno di orgoglio è stato per me un’enorme gratificazione per il lavoro di questi anni, iniziando da Summertime, che è stato il mio trampolino di lancio su Netflix, passando per altri film e altre persone meravigliose con cui ho lavorato, fino ad arrivare all’ultimo progetto a cui ho preso parte insieme a Matteo Oscar Giuggioli, diretti dall’impeccabile Emiliano Corapi”.