FilMart online ed EntertainmentPulse 2022, oltre 8.000 partecipanti, tra cui numerosi italiani

Organizzato come sempre dall’Hong Kong Trade Development Council (HKTDC), FilMart Online, giunto alla sua terza edizione non in presenza, ma alla ventiseiesima complessiva, e la prima edizione di EntertainmentPulse hanno entrambi ricevuto una importante risposta in quanto a partecipazione. Gli eventi virtuali spalmati nell’arco di quattro giorni hanno riunito circa 8.000 persone del settore, in rappresentanza di 81 Paesi e regioni del mondo. Gli espositori erano 749 e hanno presentato oltre 2.400 nuove produzioni cinematografiche e televisive. In tutto gli eventi online sono stati 27, di cui 14 per EntertainmentPulse.

Nello specifico, quest’anno FilMart Online ha accolto espositori da oltre 40 Paesi e regioni, tra cui Pechino, Shanghai, Chongqing, Guangdong, Zhejiang, Jiangsu, Shaanxi, Ningbo, Xiamen, Taiwan, Unione Europea, Giappone, Corea, Filippine, Thailandia e Stati Uniti. Oltre 260 espositori provenivano dalla Cina continentale. Il maggior numero di aziende proveniva da Pechino, Zhejiang e Guangdong.

Non mancava, naturalmente, la rappresentanza italiana, composta quest’anno da cinque società di produzione e distribuzione internazionale.

Filmexport Group, compagnia specializzata nella produzione di contenuti, co-produzione e distribuzione.

Intramovies, distributore internazionale indipendente nato quasi cinquant’anni fa, con un catalogo di lungometraggi di alto valore artistico e prestigiosi classici italiani.

Minerva Pictures Group, casa di produzione indipendente e agenzia di vendita internazionale con sede a Roma, la cui mission è distribuire film di alta qualità, dotata di una library di quasi duemila titoli, comprensiva di alcuni dei capolavori del cinema italiano e dei cult (horror, gialli, spaghetti western) che hanno segnato un’epoca,

Rai Com, società di distribuzione della Rai, fornitrice leader di programmi di mercato a livello mondiale. Il suo catalogo di contenuti comprende oltre 1.800 titoli con più di 500 lungometraggi e 4.000 ore di programmazione tv: serie, film, documentari, animazioni e classici restaurati.

True Colours, gruppo emergente di vendite internazionali con sede a Roma. La società è stata fondata nel 2015, in una partnership tra Lucky Red Distribution e Indigo Film Production, i cui crediti includono il premio Oscar La grande bellezza di Paolo Sorrentino, con l’obiettivo di portare il meglio del cinema d’autore italiano e internazionale nel mondo. Nei suoi quasi sei anni di attività, True Colours ha costruito un catalogo di oltre cento film contemporanei e una library di oltre trecento titoli, stabilendo forti relazioni con i distributori internazionali. L’azienda gestisce le vendite internazionali di alcuni dei recenti titoli italiani di maggior successo nel mondo: successi commerciali al botteghino come Perfetti sconosciuti, The Place e Supereroi di Paolo Genovese (nella foto sotto), titoli d’autore come Euforia e Fortunata, entrambi selezionati a Un Certain Regard di Cannes , gemme come Qui rido io di Mario Martone, La dea fortuna e Napoli velata di Ferzan Ozpetek. Il profilo internazionale di True Colours è in continua crescita anche grazie al lavoro su film non italiani come il lungometraggio brasiliano Due Irenes (Berlinale Panorama) e i titoli d’autore spagnoli The Open Door e Distances (San Sebastiàn Film Festival), il belga-canadese Emma Peeters (Venice Days), 200 Meters (Venice Days), e la coproduzione francese, marocchina e belga Zanka Contact (Mostra di Venezia – Orizzonti).

Agendo come un ponte che collega l’Est e l’Ovest, le produzioni di Hong Kong hanno brillato a livello internazionale nel corso degli anni, evidenziando l’unicità della cultura e della creazione di contenuti. In una sessione intitolata Riscoprire la ‘produzione di Hong Kong, l’attore e produttore cinematografico Gordon Lam ha condiviso le sue opinioni sull’industria cinematografica della città. «I punti di forza del cinema di Hong Kong», ha dichiarato, «continuano a svilupparsi con temi sempre più diversificati e nuovi talenti che si uniscono all’industria, per soddisfare le aspettative del pubblico sempre più esigente, sono fiducioso che la vecchia e la nuova generazione di registi possano unirsi per rinvigorire l’industria locale di film».

L’industria dell’intrattenimento nella Cina continentale ha visto una crescita robusta negli ultimi anni. Un’abbondanza di film e fiction televisive di qualità è stata prodotta e distribuita sui mercati internazionali, conquistando il pubblico con una gamma di contenuti diversificata e sofisticata. Karen Fu, Ceo di Huace Group, ha svelato i segreti dietro il successo dell’industria dell’intrattenimento della terraferma: «Siamo costantemente alla ricerca di nuovi soggetti. Temi basati sulla realtà della vita quotidiana sono molto ben accolti nei mercati internazionali».

Nella sessione del seminario intitolata Esperienza e innovazione dell’industria cinematografica cinese, la discussione si è concentrata sullo sviluppo e le scoperte della produzione cinematografica nella Cina continentale negli ultimi anni, nonché sulla riforma degli operatori cinematografici e sull’applicazione delle nuove tecnologie. Yu Dong, fondatore, presidente e Ceo di Bona Film Group, ha dichiarato: «Negli ultimi anni, Bona Film ha continuato a concentrarsi su temi sociali realistici, catturando acutamente scene e i personaggi che hanno profondamente toccato il nostro Paese».

I portali online di FilMart Online e EntertainmentPulse saranno aperti fino al 17 maggio.

FILMART – https://event.hktdc.com/fair/hkfilmart-en/

EntertainmentPulse – https://entertainmentpulse.hktdc.com/en