Quel “Principe” di Eddie Murphy “cerca” (e trova) una moglie, prima, e un figlio poi. Chi “Prime” arriva, meglio alloggia

(di Antonella Putignano) Il riso abbonda nella bocca dei campioni della risata, e quando Eddie Murphy ride è un successo assicurato. Lo hanno capito bene quelli di Amazon Prime Video che, dopo il successo del film Il Principe cerca figlio –  in onda dal 5 marzo scorso per i telespettatori “casalinghi”, e preceduto da Il Principe cerca moglie, già record di incassi al cinema, nel 1999 – si sono assicurati altri tre titoli da grandi ascolti, facendo firmare all’attore un contratto in esclusiva.

Il talentuosissimo comico sarà, infatti, il protagonista di tre film distribuiti soltanto in streaming per gli abbonati di Prime Video. Non solo, ma la collaborazione tra Murphy e Amazon è già talmente solida – come ha raccontato Jennifer Salke, capo degli Amazon Studios – che l’attore avrà –  come avrebbe detto un campione di incassi di casa nostra – “carta bianca” per sviluppare progetti creativi: o solamente nel ruolo di autore, o anche come interprete. Per  chi aspetta un Beverly Hills Cop 4 ci sono buone notizie: l’attore americano produrrà ed interpreterà, nuovamente, il film che lo vede – da anni – nei panni del divertentissimo e scaltro Axel Foley.  Dopo un Beverly Hills tre, deve per forza seguire un Beverly Hills 4: è la legge di “Murpy”.

di Antonella Putignano