“I Fantastici – fly2tokyo”, dal 6 agosto in esclusiva su RaiPlay la serie con Bebe Vio

RaiPlay apre una finestra sul mondo paralimpico con Bebe Vio testimonial d’eccezione. Da venerdì 6 agosto arriva in esclusiva sul servizio streaming della Rai I Fantastici – fly2tokyo, la nuova serie di Claudio Moretti, prodotta da Stand by me e dal produttore creativo Simona Ercolani, con la regia di Emanuele Pisano.

Dieci puntate in boxset da 15 minuti ciascuna, più una speciale da 40’, che racconteranno le storie di altrettanti atleti, pronti a lanciarsi nella scommessa di qualificarsi alle Paralimpiadi di Tokyo. Un sogno che appartiene a ogni sportivo, che però diventa un valore ancora più importante nel caso di atleti con disabilità, per i quali la lotta per conquistare una medaglia coincide con quella per riconquistare la propria vita.

Gli undici giovani protagonisti della serie sono tutti campioni nelle discipline di atletica leggera, nuoto, sitting volley, scherma in carrozzina, triathlon e basket in carrozzina.

Il progetto “fly2tokyo” nasce da un’idea di Bebe Vio, che ha deciso di seguire il percorso sportivo di dieci atleti dell’art4sport team (derivato dall’Associazione art4sport ONLUS, fondata nel 2009 dai genitori di Bebe) in vista delle Paralimpiadi che si disputeranno dal 24 agosto al 5 settembre.

Oltre a Bebe Vio, gli altri atleti coinvolti nel progetto sono Emanuele Lambertini (scherma in carrozzina), Edoardo Giordan (scherma in carrozzina), Francesca Fossato (sitting volley), Riccardo Bagaini (atletica leggera), Marco Pentagoni (atletica leggera), Lorenzo Marcantognini (atletica leggera). E ancora Davide Obino (basket in carrozzina), Vittoria Bianco (nuoto), Veronica Plebani (triathlon), Ambra Sabatini (atletica leggera).

«I Fantastici – fly2tokyo” è una serie di cui sono super fiera e soddisfatta, ci abbiamo lavorato tanto e non vedo l’ora che possiate vedere le puntate che verranno messe online!», afferma Bebe Vio, che continua: «Raccontano le storie pazzesche del team degli atleti paralimpici di fly2tokyo, un progetto dell’Associazione art4sport ONLUS nato da una scommessa fatta tra noi atleti: “Partiamo in 11 nel percorso di qualificazioni per Tokyo 2020, scommettiamo che almeno 6 di noi ce la faranno?!. Verranno narrate le storie ricche di emozioni, difficoltà, grandi conquiste ma anche le amare sconfitte in questo difficile percorso durato due anni. Anzi tre, a causa del Covid. Non dovete assolutamente perdervele, sono certa che vi faranno innamorare del mondo paralimpico!».

La scommessa lanciata da Bebe era portare almeno sei di questi atleti fino alla qualificazione. Scommessa vinta! Oltre a lei infatti, saranno alle Paralimpiadi di Tokyo anche Lambertini, Giordan, Fossato, Bianco, Plebani e Sabatini.

Le puntate hanno una durata media di 15 minuti, ad eccezione della prima (40 minuti), che ha come protagonista Bebe Vio e la sua Associazione art4sport.

Si tratta del primo prodotto originale di RaiPlay dedicato al mondo della disabilità, in ambito sportivo. Un’ulteriore testimonianza di quanto la piattaforma Rai sia sensibile nel proporre contenuti inclusivi che offrono spunti di riflessione ed approfondimento.