Terrazze digitali: Performance di danza, parole, musiche e canto per anime digitali

20 ottobre ore 21.00: la compagnia Samado Patezu presenta Terrazze Digitali una performance crossmediale dove Donatella Patino, Sabrina Zunnui e Marco Testoni – una danzatrice, una cantante-attrice e un musicista – portano online l’incontro fra le loro differenti creatività ed espressività intrecciando musica, danza, reading, canto, videoarte e interazione in chat con il pubblico. L’evento è realizzato da La Tana del Libro di Roma, una libreria al centro dello storico quartiere di Garbatella, con il contributo della Regione Lazio. La performance, fra i primissimi esperimenti in cui lo streaming diventa esso stesso mezzo d’espressione e fruizione artistica, andrà in onda in prima visione sulle principali piattaforme social Facebook e YouTube. (https://www.facebook.com/latanadellibro).

Terrazze Digitali nasce intorno a una riflessione sul tema della libertà e delle nuove modalità del sentirsi e del sentire umano ai tempi dell lockdown. Donatella Patino, Sabrina Zunnui e Marco Testoni alternano le proprie azioni artistiche proponendo letture, poesie, riflessioni personali e stralci d’autore in interazione con il pubblico che li segue in diretta intervenendo in chat attraverso le piattaforme digitali. I video e le musiche originali sono di Marco Testoni. Fra gli ospiti Simone Salza al sax. Le riprese dalle terrazze sono state realizzate da Micol Testoni e Arianna Biscaccianti. Le letture sono tratte da Viva la libertà di Gianni Rodari, Sento il tuo disordine di Mariangela Gualtieri, Il veliero sul tetto: Appunti per una clausura di Paolo Rumiz, Gli Autonauti della Cosmostrada di Julio Cortàzar e Carol Dunlop, The Big Kahuna di Phil Cooper, Sono come Cenerentola di Camille Claudel, Kafka e la bambola viaggiatrice di Jordi Sierra i Fabra.

Le terrazze delle nostre case e dei nostri palazzi, accomunate dallo stesso cielo, riportano il senso profondo dei luoghi del nostro microcosmo e della comunità virtuali e fisiche di cui siamo parte. Artisti e spettatori distanziati o separati fisicamente sono uniti attraverso la rete in uno spazio comunicante neutro e diffuso. La sinestesia del linguaggio multimediale rompe le pareti della scatola virtuale ed entra in connessione diretta con il pubblico che si fa coautore dell’evento attraverso proposte di letture, pensieri e suggestioni. Nuove forme di dialogo, di empatia e di interplay artistico vengono sperimentate mediante l’interfaccia del mezzo digitale e attraverso l’universalità della poesia, del gesto e del suono.

Terrazze Digitali nasce dalla creatività di Samado Patezu, un collettivo di artisti formato da Donatella Patino, Marco Testoni, Sabrina Zunnui e nato da un incontro all’interno del movimento Grande come una città: terreno fertile che ha permesso di nutrire un percorso artistico in cui lo spettacolo ha avuto modo di contaminarsi con iniziative pedagogiche e di carattere politico e con un importante focus sulla difesa dei diritti del lavoro degli artisti e dello spettacolo. Proprio in tale contesto nasce Terrazze Digitali che, in virtú di questo momento di distanziamento sociale, propone una modalità performativa tradizionale dal vivo ma che include la tecnologia come supporto creativo e interattivo nella realizzazione artistica in linea con i principi di un nuovo umanesimo digitale. La performance viene eseguita in diretta attraverso una piattaforma di live streaming.