Festa di Roma 15. Nella sezione Risonanze l’Extendend Edition del VRE, il festival che ci parla di futuro

Fra le iniziative della sezione Risonanze della Festa del Cinema di Roma che maggiormente ci parla di futuro c’è il VRE – Virtual Reality Experience, che quest’anno porta l’emblematico sottotitolo di Extended Edition.

Dal 16 al 18 ottobre Roma e il web verranno invasi delle esperienze, delle opere e delle talk di questo poliedrico festival internazionale – ideato e diretto da Mariangela Matarozzo – dedicato al Cinema VR e al vasto mondo delle tecnologie immersive e del loro impatto sul nostro presente e  prossimo futuro. Un appuntamento che spazia fin dai propri esordi dalle Arti al Sociale, dalla Medicina all’Etica con profondità, disinvoltura e curiosità. E, mentre il MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo ospita la selezione di VR Experience tra le più coinvolgenti del panorama internazionale; a Villa Medici, in collaborazione con Rai Cinema Channel, Istituto Francese e Accademia di Francia, vengono allestite alcune postazioni VR con una selezione di film francesi a 360°. E ancora: a Villa Maraini, sede dell’Istituto Svizzero, viene presentata La Comédie Virtuelle, a cura di Gilles Jobin, che trasforma gli ospiti del VRE in danzatori e li introduce fra le mura del ginevrino Eaux-Vives. Numerose le talk fra l’Aula Magna Unitelma Sapienza e lo streaming.

La Selezione ufficiale delle opere in concorso è accessibile sulla piattaforma VeeR https://veer.tv/; fruibile da ogni dispositivo (visori, PC, tablet, smatphone):  con accesso gratuito in oltre 150 Paesi del mondo.