Alla ricerca del Musicista ispirato e illuminato

Alla ricerca del Musicista ispirato e illuminato

Una nuova tappa a firma di Andrea Ceccomori nella pedagogia della profondità

È giunto il tempo in cui si possa proporre all’uomo contemporaneo una nuova musica, che esuli dalle vecchie logiche e che veda nei suoni nuovi l’emblema e il segno di una rinascita. Una musica finalmente armonica nella sua più ampia accezione, che abbia la stessa armonia che governa l’universo.

Esce per Morlacchi Editore Il Musicista ispirato ed illuminato di Andrea Ceccomori, un viaggio – come recita il sottotitolo – al centro del mistero della musica alla ricerca di tutti quei parametri sia spirituali che più concreti che permettano di scegliere la via dell’artista ispirato e illuminato, colui che deve parlare il linguaggio dell’interiorità per trasmettere emozioni e vivere e testimoniare il suono in modo unico e originale.

Andrea Ceccomori – dopo Di magici flauti del 2016  – compie una nuova tappa nella sua ricerca di una pedagogia della profondità, alla ricerca di una Musica Universale che sia il vero e proprio medium ideale per una cultura del Dialogo e della Pace.

Un libro visionario per musicisti sensibili, filosofi e cercatori di Infinito.

Andrea Ceccomori è un flautista internazionale di grande versatilità. Ideatore e fondatore dei progetti Assisi Suono Sacro e Baton for Peace.

Nato a Perugia, dopo gli studi teologici ad Assisi e musicali nella sua città, diventa allievo di Gazzelloni all’Accademia Chigiana, il suo stile sa coniugare la profondità dei linguaggi con la semplicità e la comunicabilità al grande pubblico.

Ha collaborato con grandi nomi internazionali, da Franco Battiato, Antonella Ruggero a Ludovico Einaudi, Roberto Cacciapaglia, Jacqulyn Buglisi, Markus Stockhausen, Rohan De Saram, Evan Ziporyn, Vladimir Martynov, Tony Esposito, Dacia Maraini, David Riondino e molti altri. Ha curato centinaia di prime esecuzioni assolute di compositori da tutto il mondo e sue stesse composizioni, con esibizioni da solista nei più importanti centri italiani ed esteri e con frequenti tournée negli Stati Uniti, in Sudamerica, Canada, Cina, Russia, Africa, in tutta Europa.

Inoltre dal Lincoln Center di New York dove è il musicista ufficiale del Memorial 11 settembre, al Kings Place di Londra, alla Roy Thomson Hall di Toronto, al Teatro San Pedro di Porto Alegre, Teatro Scriabin di Mosca, Gestaig di Monaco, Ucas di Pechino, alla presenza della Reina Sofia a Madrid, al Louvre di Parigi, al Vaticano Aula Paolo VI.

Sempre come solista si è esibito inoltre per il compleanno di Papa Francesco dopo il primo anno di pontificato e a Castel Gandolfo per Benedetto XVI. Ha realizzato una dozzina di titoli di album CD a suo nome con pubblicazioni di articoli, libri, metodi, registrazioni televisive e radiofoniche RAI e Radio Vaticana.