A Venezia, Isola di San Servolo, la prima edizione di Movie Making Experience

Movie Making Experience: una settimana di alta formazione dedicata alla realizzazione di cortometraggi nella suggestiva isola di San Servolo a Venezia.

Si apre il 26 ottobre 2019 la prima edizione di Movie Making Experience, rivolta a registi, sceneggiatori e attori i quali per una settimana vivranno un’esperienza unica e realizzeranno dei cortometraggi. Dal 26 ottobre al 2 novembre 2019 i partecipanti scelti lavoreranno con docenti professionisti in un clima di assoluta libertà creativa.

La prima tappa del contest sarà la mostra artistica Abitare l’Immagine, dell’architetto Tommaso Marenaci, ospitata a San Servolo durante le giornate dell’evento. Colpiti dalla suggestione delle opere, i partecipanti svilupperanno il loro lavoro a partire dal tema della mostra.

MME si dedica all’esperienza del “vivere” il processo creativo totale: dalla suggestione all’immagine, dall’idea al film per il pubblico. Il confronto multidisciplinare consente infatti agli allievi di evolvere la loro formazione, collaborando a stretto contatto con diversi ruoli del mestiere del cinema. Mantenendo le specifiche di acting, regia, e sceneggiatura, si potrà fare esperienza della forza della tribù del cinema, luogo umano in cui creatività e competenze tecniche si alimentano reciprocamente.

Al termine del contest i corti verranno proiettati e votati a San Servolo dove, una giuria di professionisti, premierà i lavori con menzioni speciali e tal possibilità di partecipare ad un talent lab (nelle scuole europee gemellate alla Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini di Ferrara).

Inoltre, tutti i corti saranno visionati dai partner di MME: Coccinelle Film Placement, Controluce Produzione, Premiere Film, FairPlay production, Kahuna film, Women in film, Television & Media Italia, Isola del Cinema Roma, Cinecittà si Mostra.

L’evento MME 2019 è patrocinato dalla Regione del Veneto, prodotto in collaborazione con l’isola di San Servolo, l’Accademia di Belle Arti di Venezia – Scuola Tecnologie per l’Arte, il CPA, Centro Preformazione Attoriale e la Florestano Vancini di Ferrara, Silvia Lim e ICDI, Cinecittà si Mostra, l’Isola del Cinema di Roma, Coccinelle Film Placement, Woman in Film Television & Media italia, Kahuna film, Controluce Produzione, Fair Play, l’Istituto Lorenzo de Medici di Firenze, Film For Life, l’Associazione Cine Club di Venezia, My Venice S.r.l, Calegaro 1921 S.r.l, Globelight Service S.n.c.

Silvia Lim, direttrice artistica dell’International Culture Development Institute Korea, ha premiato Ylenia Politano (qui immortalata al photocall di Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dove ha presentato il cortometraggio Limes – Smile) e MME con il World Peace Artist Award per l’impegno nella promozione dei giovani cineasti.

L’Accademia di Belle Arti di Venezia, partner ufficiale dell’evento, offrirà a quindici dei propri studenti – regolarmente iscritti – l’opportunità di partecipare gratuitamente come uditori alle attività del contest.

MME ha organizzato per il pubblico e la cittadinanza di Venezia due serate di cineforum (28 e 29 ottobre a San Servolo) con ospiti in sala professionisti del settore cinema. Il 31 ottobre, sempre a San Servolo, il Contest ospiterà la prova generale aperta dello spettacolo teatrale Petrolio. Una storia a colori, con Beatrice Gattai, Alessio Di Clemente e Francesco Centorame.

Il 1° novembre invece, la serata di MME sarà dedicata alle proiezione e premiazioni dei lavori realizzati durante la settimana di Contest – ore 18,30 San Servolo – Aula Magna. Membri della giuria: Saverio Pesapane (Premiere Film), Gian Luca Beccari (Accademia di Arte Cinematografica Florestano Vancini), Anna Sostero (docente Accademia Di Belle Arti di Venezia), Silvia Jop (direttore artistico Isola Edipo-Edipo Re, Mostra Arte Cinematografica Venezia), Marco Caberlotto (Kublai Film).

MME nasce dalla volontà dell’associazione di promozione sociale Futura Interdisciplinary View (Valentina Salvagno) e TIC The Inspiration Club (Ylenia Politano) di creare occasioni in cui creatività e networking lavorino in sinergia per regalare nuove opportunità di crescita e lavoro nel campo culturale.