Boom!, il viaggio nella meditazione trascendentale di Federico Traversa. Con un intervento di David Lynch

“Mantra segreti, Beatles, campo unificato, un guru indiano, beatitudine, creatività e conoscenza infinite! C’era da uscirne pazzi.” Esordisce così Federico Traversa nel suo libro BOOM! Viaggio nella Meditazione Trascendentale edito da Chinaski-Edizioni.

Complice un’intervista a David Lynch, da anni sostenitore di questa pratica e, soprattutto, dei suoi effetti benefici, Federico Traversa decide di tuffarsi nell’esperienza della Meditazione Trascendentale per raccontarla da dentro. Il risultato è un viaggio unico attraverso questa pratica millenaria che, grazie alle testimonianze di insegnanti, medici, praticanti e ricercatori, per la prima volta, svela i segreti della tecnica meditativa più misteriosa e praticata degli ultimi anni.

Ma cos’è esattamente la Meditazione Trascendentale? Partendo da questa domanda, lo scrittore, dopo anni passati a lavorare con il prete degli ultimi, Don Andrea Gallo, si getta anima e corpo in questo nuovo viaggio spirituale, con l’unico intento di cercare di capire. Accompagnato dall’amico e insegnante di MT Ugo Guido, Federico incontra tutti i principali maestri italiani, analizza gli studi scientifici pubblicati, si immerge nell’antica tradizione vedica, passa al setaccio la storia di Maharishi Mahesh Yogi, alternando complicate teorie quantistiche a esperienze vissute in prima persona. Una ricerca che si propone di offrire finalmente una spiegazione chiara su una delle pratiche più discusse e affascinanti dell’ultimo secolo.

“Non avevo mai praticato alcun tipo di meditazione in vita mia [..] e probabilmente non l’avrei fatto nemmeno questa volta. Ma poi Lynch cominciò a parlare di uno studio secondo cui la pratica della MT sui carcerati ne avrebbe diminuito la carica aggressiva [..]. Lynch aggiunse che, applicato su scala globale, questo modus operandi, avrebbe potuto portare alla pace mondiale. Su questo stava lavorando. “

Ed è proprio anche grazie all’interesse suscitato dalle vibranti conferenze tenute dal regista americano – presente nel libro con un intervento in esclusiva – che l’Occidente è stato nuovamente attratto dalla pratica della Meditazione Trascendentale, esattamente come successe circa cinquant’anni fa quando i Beatles si trasferirono in India per imparare la tecnica di questa antica pratica vedica. Introdotta in Occidente nel 1958 dal guru e fisico Maharishi Mahesh Yogi, oggi è praticata da milioni di persone appartenenti a culture, religioni e livelli socio‑economici diversi. Studiata per le sue innegabili capacità rigenerative, teorizzata dai fisici quantistici per le sue interazioni con il campo unificato, esaltata da attori, registi e musicisti e, soprattutto, praticata sempre da più persone.