Indimenticabile Riz: l’omaggio al Maestro Ortolani della MYO, Mondaino Young Orchestra

Il 23 gennaio 2019 ricorrono i 5 anni dalla scomparsa del Maestro Riz Ortolani. La Fondazione Riz Ortolani e il Comune di Pesaro, Assessorato alla Bellezza, propongono un concerto in ricordo del grande compositore pesarese.

Nato a Pesaro il 23 marzo 1926 e diplomatosi al Conservatorio Rossini, Riz Ortolani è stato uno dei più grandi musicisti italiani e in particolare uno dei massimi compositori di musiche da film dell’intero panorama cinematografico internazionale. Dal cinema al teatro, dalla musica classica alle opere televisive, quella di Riz Ortolani è la produzione di un compositore e direttore d’orchestra dalla personalità artistica poliedrica, innovativa e sempre in grado di spaziare.

La sua carriera cinematografica prende il via nei primi anni ’60, poco dopo iniziano le collaborazioni con gli studios americani e con registi come De Sica, Risi, Zeffirelli, Young, Dmytryk e altri. Poi i lunghi sodalizi con Damiano Damiani (La Piovra) e Pupi Avati. Molte delle sue partiture diventano veri e propri cult, ma Riz non si ferma. Continua a sperimentare e, a partire dal 2001, realizza una serie di progetti legati al teatro: dall’opera sinfonica al balletto fino al musical.

Assieme a Riz il ricordo va a Katyna Ranieri Ortolani, cantante italiana di successo internazionale, con la quale il Maestro formò una coppia formidabile nella vita e nell’arte.

A rendere omaggio al Maestro il concerto della MYO, Mondaino Young Orchestra (nella foto), diretta dal M° Michele Chiaretti. Il progetto nasce in questi ultimi anni proprio dal contatto tra la MYO, una delle orchestra jazz giovanili più importanti d’Italia, e la signora Ranieri Ortolani e costituisce uno dei primi appuntamenti organizzati dalla Fondazione Riz Ortolani oggi presieduta da Enrico Ortolani Sternini e dagli altri membri del CdA Simonetta Campanelli, Lucio Ortolani, Oriano Giovanelli, Ilaria Narici; presidente del Comitato d’Onore: Rizia Ortolani.

Assieme alla MYO saranno presenti importanti artisti che hanno collaborato con Ortolani e che hanno voluto testimoniare l’affetto per il musicista con la loro partecipazione: la cantante Donatella Pandimiglio, il compositore Roberto Gori e l’attore Marco Manca.

Dal programma, che propone quindici fra gli innumerevoli successi internazionali, citiamo Oh my love, More, I giorni dell’ira, Fantasma d’amore, Il sorpasso. Sarà presentata anche in prima assoluta la Suite “La Congiura, Firenze 1478 – Il Principe della Gioventù”, composizione di brani tratti dall’OperaMusical di Ortolani arrangiati da Roberto Gori per voce bianca, pianoforte, flauto, violino e violoncello.