Alla Loft Gallery Spazio Mater di Roma s’inaugura Materia, la personale di Vittorio Di Vincenzo

L’artista emergente Vittorio Di Vincenzo, classe 1995, espone alla Loft Gallery Spazio Mater di Roma. Materia è il titolo della personale, una ricerca di stile e tecnica declinata sulle diverse forme della materia. Gli strumenti di Di Vincenzo per questo ciclo di opere sono il catrame e il silicone, i suoi riferimenti l’arte sacra e libera creatività.

La mostra, a cura di Ilaria Sergi, inaugura venerdì 17 febbraio, dalle ore 18.30 e resta visibile fino al 27 febbraio.

L’attenzione al bianco e la sperimentazione materica guidano la mano del giovane artista romano verso l’astrazione figurativa: il suo tratto evoca spazi, incontri, emozioni strettamente legate al vissuto personale, che riportano su tela il profondo dialogo tra il vedere e il sentire, in cui la memoria gioca un ruolo essenziale.

Se ti piace questa notizia, resta aggiornato con CINECORRIERE direttamente su Facebook

In questa mostra Vittorio Di Vincenzo esprime la propria parabola artistica e personale, un percorso in evoluzione che vede spesso modificare colori e forme nel corso di poche ore, orientato alla ricerca di ordine ed equilibrio tra le immagini e le suggestioni che affollano tanto il mondo interiore quanto la realtà percepita, espressione del continuo divenire.

La mostra, allestita su due piani della galleria, espone al piano terra una ricerca materica, condotta attraverso il catrame, che racconta in chiave contemporanea l’arte sacra vista da Di Vincenzo. Una sensibilità rara di astrazione e di evidenza la sua, capace di portare luce su particolari che emergono dalle colate di catrame, con uno stile raffinato ed elegante. Opere emblematiche e di alto lirismo, che dimostrano come l’Uomo – a tutte le età – abbia la necessità di confrontarsi con la dimensione trascendente, e come l’arte sia la via maestra per esprimere i contenuti spirituali.

Se ti piace questa notizia, resta aggiornato con CINECORRIERE direttamente su Facebook

Il piano superiore della galleria ospita invece una selezione di opere dedicate ai vortici, materia e colore si incontrano esplodendo in una installazione figlia del vissuto quotidiano – realizzata con materiali di nuova generazione dell’era petrolchimica – dove si erge su una pila di carbone la testa del Cristo. Né provocazione né presunzione quella di Vittorio Di Vincenzo, ma la necessità di rappresentare e marcare una identità culturale che non vuole diluirsi nella massa.

by insideart.eu

Exit Popup for Wordpress

Seguici sui nostri social!

Se vuoi essere sempre aggiornato puoi seguire Cinecorriere anche nei nostri social, fai click sul tuo social preferito!