Il dialogo tra religioni comincia dalle donne

Si fa un gran parlare di questi tempi della parità di genere e dei diritti delle donne, argomento scottante che quest’anno sarà al centro del 19° Religion Today Filmfestival, rassegna cinematografica sul dialogo interreligioso in programma a Trento dal 7 al 17 ottobre.

19_sahra-karimi

Sono 53 i film realizzati da ogni angolo del mondo che i partecipanti potranno vedere e commentare con le protagoniste. Ecco i paesi coinvolti: Albania, Bangladesh, Canada, Cina, Cuba, Danimarca, Eau-Arabia Saudita-Qatar, Francia, Germania, India, Indonesia, Iran, Israele, Italia, Kurdistan iracheno, Libano, Marocco, Paesi Bassi, Pakistan, Palestina, Polonia, Spagna, Stati Uniti, Gran Bretagna e Usa.

Se ti piace questa notizia, resta aggiornato con CINECORRIERE direttamente su Facebook

Evento di respiro internazionale, vedrà di scena registe, attiviste, teologhe, comunicatrici. Straordinarie figure di donne in prima linea tra le quali Aruna Vasudev, stimata “madre” del cinema asiatico e Sahra Karimi (nella foto), prima – e finora unica – donna afgana con un dottorato in cinema e grande attivista per i diritti delle donne. E ancora Ruth Colian, colei che ha fondato un partito sfidando un establishment di mariti e di rabbini per dare voci all’ultraortodossia al femminile.

Pellicole, opere, incontri capaci di stimolare il dialogo e di consentirci di superare i confini geografici come solo l’arte è in grado di fare. Da non perdere per capire dove sta andando il mondo. Soprattutto quello delle donne.

Se ti piace questa notizia, resta aggiornato con CINECORRIERE direttamente su Facebook

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit Popup for Wordpress