LA IDM – FILM FUND & COMMISSION APPROVA IL FINANZIAMENTO DI 1,8 MILIONI PER 9 NUOVI PROGETTI

Tra i progetti italiani c’è la nuova commedia di Alessandro Siani Mister Felicità e il film di Reinhold Messner sulla tragica scalata dell’Ama Dablam in Nepal.

Alessandro-Siani_980x571

Previsti circa 142 giorni di riprese in Alto Adige.

I finanziamenti sono stati approvati tramite la IDM – Film Fund & Commission dell’Alto Adige dalla Provincia Autonoma di Bolzano su segnalazione di una commissione di esperti guidata da Christiana Wertz, Head of Film Fund and Commission.

Dei 9 progetti che hanno ottenuto il finanziamento, 5 provengono dall’Italia — 2 dei quali fanno capo a produzioni altoatesine — 3 dalla Germania e 1 dall’Austria.

Tra le produzioni italiane c’è Mister Felicità (titolo provvisorio), la nuova commedia di Alessandro Siani che tornerà a girare in Alto Adige dopo l’avventura de Il principe abusivo. Oltre allo stesso Siani, nel cast saranno presenti Diego Abatantuono e Carla Signoris. A produrre questo progetto, sostenuto dalla IDM – Film Fund & Commission con un finanziamento di 200.000,00 Euro alla produzione, è Cattleya, che realizzerà parte delle riprese in Alto Adige tra Merano, Caldaro, Appiano, Sluderno e Ora. Il film segue le “gesta” di Martino, giovane napoletano svogliato e pessimista, che si trasferisce al nord per vivere sulle spalle della sorella Caterina.

Altro progetto italiano è quello diretto dall’alpinista Reinhold Messner, Der Heilige Berg (titolo provvisorio), di cui Messner è anche l’autore. Il film racconta la sfortunata spedizione di 4 scalatori sulla parete ovest dell’Ama Dablam in Nepal. Il film sarà girato in parte a Solda ed è sostenuto dalla IDM con un finanziamento alla produzione di 110.000,00 Euro.

Due i progetti delle case di produzione altoatesine che beneficeranno del finanziamento della IDM per raccontare due differenti fasi storiche che hanno caratterizzato il territorio: il film Zweitland (titolo provvisorio) diretto da Michael Kofler e prodotto dalla bolzanina Echo Film, in co-produzione con l’austriaca SK Film- und Fernsehproduktionsgesellschaft e la tedesca Starhaus Filmproduktion, e il documentario per la TV Oswald von Wolkenstein (titolo provvisorio) di Klaus Romen e prodotto dalla bolzanina Videocap.IDM-ALTO-ADIGE-2827
Zweitland era stato sostenuto dalla Film Commission altoatesina già in fase di pre-produzione. “Lo sceneggiatore e regista di Brunico Michael Kofler ha sviluppato il soggetto di questo film durante la prima edizione di RACCONTI, lo Script Lab di IDM, all’epoca ancora BLS. Abbiamo accompagnato questo progetto fin dall’inizio e siamo felici che ora sarà realizzato da una casa di produzione altoatesina”, afferma Christiana Wertz, responsabile della Film Commission di IDM. Il film narra la storia di due fratelli nell’Alto Adige del 1961, al tempo degli attentati terroristici dei separatisti, e sarà girato tra Chiusa, Parcines e Merano grazie anche al sostegno ottenuto dalla Film Fund & Commission di 480.000,00 Euro. Oswald von Wolkenstein è invece ambientato nel Medioevo ed è incentrato sulla figura dell’omonimo cavaliere, poeta e cantastorie altoatesino che dà il titolo al documentario, che sarà girato tra Ponte Gardena, Bressanone, Prissiano e Bolzano con un finanziamento di IDM alla produzione di 30.000,00 Euro.
Chiude il cerchio delle produzioni italiane la Kino Produzioni, che riceve un sostegno alla pre-produzione di 20.000,00 Euro per Sole (titolo provvisorio), esordio al lungometraggio di Carlo Sironi, co-prodotto dalla francese Méroé Films.
Tedesco invece è il progetto della casa di produzione Letterbox (Treno di notte per Lisbona) Die Pfefferkörner und der Fluch der Berge di Christian Theede, tratto dalla fortunata serie TV per bambini Grani di pepe, trasmessa in Italia su RAI 3 e su RAI Gulp. Le riprese saranno realizzate in Val Venosta, Val Passiria e a Villabassa, grazie anche al sostegno alla produzione della IDM – Film Fund & Commission con 500.000,00 Euro. La trama racconta del giovanissimo trio di detective in erba di cui fa parte la dodicenne Mia, la sua sorellina Alice di 9 anni e l’outsider Basti di 12. Il trio non ha fatto in tempo a concludere la sua ultima avventura sui tetti di Amburgo che già si trova davanti una nuova sfida.
Sempre dalla Germania arriva Urban Divas (titolo provvisorio), serie TV scritta e diretta da Natalie Spinell, prodotta da Lüthje Schneider Hörl Film, che segue la protagonista Lou nella sua ricerca di un uomo al tempo delle “App da rimorchio”. La serie verrà girata in parte a Bolzano e Merano ed è sostenuta dalla Film Fund & Commission altoatesina con un finanziamento alla produzione di 100.000,00 Euro. Ultima produzione tedesca è quella della commedia sentimentale Verliebt, verlobt,…vergeigt (titolo provvisorio) di Christina Schiewe; produce Die Film con un finanziamento alla produzione della Film Commission altoatesina di 100.000,00 Euro.

Infine il poliziesco per la TV diretto da Umut Dag, Schlussrechnung (titolo provvisorio), prodotto dall’austriaca Allegro Film (The dark Valley) in co-produzione con la tedesca Lieblingsfilm, è sostenuto dalla IDM con un finanziamento per la produzione di 250.000,00 Euro. Il film sarà girato interamente a Merano e dintorni.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri social!

Se vuoi essere sempre aggiornato puoi seguire Cinecorriere anche nei nostri social, fai click sul tuo social preferito!